Padula – Cappella dei Santi giacomo e Filippo

Cappella dei Santi Giacomo e Filippo

La cappella dei Santi Giacomo e Filippo era di tipo rurale, appartenente alla Certosa di San Lorenzo, <>, attigua al palazzo dei marchesi di Padula, in via San Giacomo. Non è possibile stabilire con esattezza la data di fondazione. Conservata la disposizione planimetrica originale, composta di un’aula rettangolare di modeste dimensioni, la chiesa si presenta a navata unica, con abside ottagonale ed arco trionfale a sesto acuto. Al centro dell’altare restano brandelli di un affresco raffigurante Maria SS. Vedi Fotoalbum

Padula – Monte Romito

Monte Romito ha una lunghezza di 9.8 km, il suo punto più alto a 1148 m,  La pendenza media è di 4.3%.

monte romito

Padula – Chiesa di San Pietro Petroselli.

Chiesa di San Pietro Petroselli

La chiesa dedicata a San Pietro in Vinculis, in memoria della prigionia del capo degli apostoli, comunemente è conosciuta come ”Petroselli”perché edificata in una zona rocciosa del centro storico. E’ menzionata per la volta nell’Istrumento delle chiese della terra di Padula del giugno 1498, in merito alla sua annessione alla chiesa madre di San Michele Arcangelo. L’Inventario delle chiese di Padula del 1666 riporta che  sull’altare maggiore si trova un’immagine della SS. Pietà.  Si accede alla cappella a navata unica attraverso un portale in pietra di Padula risalente al XVI secolo. Al suo interno sono conservate pregevoli statue lignee cinquecentesche rappresentanti San Pietro , San Paolo, e una Madonna delle Grazie. Il prestibolo, completamente ristrutturato nel XX secolo, conserva i resti dell’antica pavimentazione e un bell’altare in pietra di Padula, al di sotto del quale è collocata una lapide funeraria del 1537. #padulaintinerari

 

Padula – I suoi alberi centenari.

Geolocalizzazione e fotografia degli alberi centenari  nel territorio Padulese. ( NOTA: i dati descrittivi  saranno inseriti a breve, pagina in costruzione)

Castagno – età stimata anni 750

Padula – Convento di S. Francesco

Convento di S. Francesco.

Conclusi i lavori di restauro della statua,  eccola nel suo splendore la statua del Santo più amato a Padula, S.Francesco.

Il Convento di San Francesco, uno degli edifici religiosi più importanti di Padula, fu eretto nel 1380 per volontà di Giovan Tommaso Sanseverino, omonimo discendente del più illustre fondatore della Certosa . Affidato ai Francescani nel 1422. L’interno, decorato da affreschi e stucchi risalenti al 1713, opera di Anselmo Palmieri e Francesco De Martino.

Vedi Fotogallery

Cappella rurale di S. Maria.

La cappella rurale di S. Maria nei pressi della della certosa di San Lorenzo (lato nord) risale al 1731, ristrutturata nel 2009. Poco più in basso troviamo l’antico lavatoio alimentato da sorgente naturale,

Cappella rurale di S.Maria-1731
Cappella rurale di S.Maria-1731

Fotogallery MAP 

Fumetto - Achille Lauro

Fumetti in Certosa

 

Sulle pareti degli ambienti sottostanti lo scalone ellittico, è presente una raffigurazione intitolata /*Il sogno dello squarcione*/ a firma “Francesconi” e datato 17-7-45. Letteralmente lo “squarcione” è una persona fanfarona o spaccona. Probabilmente l’autore del disegno conosceva anche la commedia di Plauto Miles gloriosus (Il soldato fanfarone o il soldato spaccone), in cui il soldato Pirgopolinice, un millantatore vanaglorioso, era noto per le sue spropositate e infondate vanterie.  Vedi Fotogallery