Convento S. Agostino

Convento S. AgostinoLa Storia

Convento di Sant’Agostino

Il convento di Sant’Agostino è stato fondato nel XIV secolo in luogo di un’antica chiesa intitolata a San Matteo. Fu voluto dai nobili Sanseverino, in onore dei quali i monaci agostiniani erano tenuti a celebrare otto messe settimanali. Poco distante dalla chiesa madre di Sant’Angelo, era considerato il convento più ricco e importante dopo la Certosa di San Lorenzo ed infatti possedeva diversi beni al di fuori della terra di Padula e, nel XIV secolo, aveva entrate pari a 400 ducati l’anno. Agli inizi dell’Ottocento il convento fu soppresso a seguito delle leggi eversive emanate dal governo napoleonico e nel 1819 la parte conventuale passò definitivamente sotto la giurisdizione del Comune, ospitandone gli uffici, la caserma dei carabinieri, il carcere e le scuole pubbliche.
Continua lettura a : <a href=”http://padulafoto.it/audioguida-s-agostino/” rel=”noreferrer nofollow”>padulafoto.it/audioguida-s-agostino/</a>

Padula – Chiesa di San Pietro Petroselli.

Chiesa di San Pietro Petroselli

La chiesa dedicata a San Pietro in Vinculis, in memoria della prigionia del capo degli apostoli, comunemente è conosciuta come ”Petroselli”perché edificata in una zona rocciosa del centro storico. E’ menzionata per la volta nell’Istrumento delle chiese della terra di Padula del giugno 1498, in merito alla sua annessione alla chiesa madre di San Michele Arcangelo. L’Inventario delle chiese di Padula del 1666 riporta che  sull’altare maggiore si trova un’immagine della SS. Pietà.  Si accede alla cappella a navata unica attraverso un portale in pietra di Padula risalente al XVI secolo. Al suo interno sono conservate pregevoli statue lignee cinquecentesche rappresentanti San Pietro , San Paolo, e una Madonna delle Grazie. Il prestibolo, completamente ristrutturato nel XX secolo, conserva i resti dell’antica pavimentazione e un bell’altare in pietra di Padula, al di sotto del quale è collocata una lapide funeraria del 1537. #padulaintinerari