Buonabitacolo – i Paesi del Vallo

BUONABITACOLO
Il comune di Buonabitacolo fu fondato da Guglielmo Sanseverino, Signore di Padula, Sanza e Policastro, il 2 novembre 1333. Il principe, con rogito notarile, concesse a tre cittadini Casalbuonesi le zone del Fiume Peglio o Galdo e chiamò Buonabitacolo il nuovo paese. Nel nome scelto la fondamentale caratterista di luogo in cui è bello vivere per la salubrità dell’aria e per la magnifica posizione geografica.
Buonabitacolo è un piccolo comune di 2825 abitanti, occupa una superficie territoriale pari a 15.39 Kmq e sorge ad un’altitudine di 501 metri sul livello del mare.
Il comune conserva ancora oggi l’antico assetto urbanistico e vi si possono osservare opere architettoniche, recentemente restaurate, del XIV e XV secolo d. C. Vedi di più sul Comune.  Fotoalbum

Baccalà con ”cerasedd/peperoni cruschi”

Baccalà con peperoni ‘cruschi’, in padulese ‘’Cerasedde’’
È un piatto tipico della vicinissima Basilicata. Da qualche decennio, sta prendendo posizioni primarie nei piatti tipici Padulesi, semplice veloce e gustoso, ‘’e cerasedd’’ con la loro friabile gustosità, lasciano spazio ad un buon bicchiere di vino.. Buon Appetito. Guarda i tuoi piatti-Buon appetito.

Cucina Padulese – Ravioli

Non c’è data certa sulla nascita del raviolo, lo troviamo nel Decamerone nella metà del 300 dove il Boccaccio lo esalta ‘’fra le leccornie del Paese della Cuccagna:
“…stava genti che niuna altra cosa facevan che far maccheroni e ravioli e cuocerli in brodo di capponi…”. Nella foto vediamo il classico Raviolo fatto di farina di semola, con ripieno di ricotta vaccina, il più apprezzato nel Padulese è il cosiddetto ‘’raviolo cha pettla’’, con un ripieno di ricotta di pecora, uova e poco prezzemolo, la pasta e fatta con acqua , farina di grano duro e sale.

Panzarotti di castagne

Natale, tra le tante leccornie e prelibatezze entrano a far parte nel periodo Natalizio i ”panzarotti’ detti anche ”cauzunciedd ” ripieni di purea di castagne e, una minima quantità di ceci . Nelle famiglie è consuetudine abbondare, se ne preparano diversi chili, per soddisfare richieste di amici e parenti.  Alcuni ingredienti essenziali che non devono mancare, per un buon ripieno occorrono: castagne, ceci,  un pizzico di pepe, corteccia di arance e limone, cioccolato, cacao amaro ,cannella, liquore strega, caffè.  Una vera bomba calorica…… (e che ti fà…    fac ..”friddd”)

Presepe Napoletano ed. 2017/18

Allestito nel Convento di San Francesco, il presepe Napoletano, ed. 2017/18 realizzato  Franco Scazzari con Luigi Cavella ,Francesco Benvenga,Elia Modestino, Sanseviero. Un’occasione per visitare anche il Meraviglioso Convento. Orari apertura Locandina all’interno.

Presepe Napoletano Allestito nel Convento di San Francesco. Realizzato da Franco Scazzari, on Luigi Cavella ,Francesco Benvenga,Elia Modestino, Sanseviero Michele.

 

13 Dicembre S.Lucia

La ”Cucc’ia” Piatto tipico  Padulese, viene preparato per tradizione il 13 Dicembre in occasione della  Festa di Santa Lucia. Ingredienti essenziali, una varietà di  13 legumi diversi. Foto di: Luciano Petrizzo.

Cucci’a-Piatto tradizionale, del 13 Dicembre in occasione della festa della Santa.

Mostra Presepi ed 2017

Edizione 2017 “Presepi in mostra” nel centro storico di Padula, a cura dell’Associazione “Amici del Presepio-sez.Pietro Gallo” di Padula, Orari vedi allegato all’album. FOTOGALLERY