Padula – Cucina tipica Padulese

Tra i piatti della cucina Padulese padroneggia u’ Baccalà ‘ndurat e fritt”. La mia variante è con pastella a base di birra. Attimi di paradiso.

Padula – Frittata ”r’ cpddun” di lampascioni.

Frittata di Lampascioni

Antica pietanza contadina della nostra terra. Oggi troppi palati delicati. Non far saper “al contadino quant’è buona la frittata con i lampascioni” il contadino buon gustaio,  nulla si faceva mancare. Le uova erano di giornata, la terra dava i suoi frutti naturali e genuini, in questa pietanza si capisce perché le famiglie contadine erano numerose. Alcune credenze lo danno come afrodisiaco e, veniva messo sulle tavole dei novizi sposi, in segno di fertilità, in’oltre ha  proprietà emollienti e rinfrescanti. Provare per credere….

 

Padula – ”ù tortn” Pane condito.

Tipico Padulese ” ù tortan” pane condito

Antiche tradizioni.  Da gennaio in poi è il periodo della macellazione dei suini, l’occasione per fare in casa il pane condito..  ”ù tortan” Il tortano” , pane condito con le ”frittole = avanzi  grassi di maiale,  dopo la friggitura e la separazione  dalla parte liquida grassa”  si prepara un impasto per pane e s’incorporano le frittole, si attende la lievitazione e si passa in cottura a forno caldo circa 180°/200°

 

Baccalà con polvere rossa-Piatto tipico Padulese

La cucina Padulese
’’ u’ baccalà, c’hà polver’’, piatto assolutamente tipico Padulese. Ingredienti: baccalà salinato ammollato, consiglio le parti più sottili, s’insaporiscono meglio le patate, ottima la patata rossa del romito,  poca cipolla, consiglio lo scalogno, appena una punta di aglio,  con generosità… polvere rossa, Olio di oliva exstravergine.

Baccalà salinato ammollato, con polvere rossa e patate.

Baccalà con ”cerasedd/peperoni cruschi”

Baccalà con peperoni ‘cruschi’, in padulese ‘’Cerasedde’’
È un piatto tipico della vicinissima Basilicata. Da qualche decennio, sta prendendo posizioni primarie nei piatti tipici Padulesi, semplice veloce e gustoso, ‘’e cerasedd’’ con la loro friabile gustosità, lasciano spazio ad un buon bicchiere di vino.. Buon Appetito. Guarda i tuoi piatti-Buon appetito.

Cucina Padulese – Ravioli

Non c’è data certa sulla nascita del raviolo, lo troviamo nel Decamerone nella metà del 300 dove il Boccaccio lo esalta ‘’fra le leccornie del Paese della Cuccagna:
“…stava genti che niuna altra cosa facevan che far maccheroni e ravioli e cuocerli in brodo di capponi…”. Nella foto vediamo il classico Raviolo fatto di farina di semola, con ripieno di ricotta vaccina, il più apprezzato nel Padulese è il cosiddetto ‘’raviolo cha pettla’’, con un ripieno di ricotta di pecora, uova e poco prezzemolo, la pasta e fatta con acqua , farina di grano duro e sale.

Panzarotti di castagne

Natale, tra le tante leccornie e prelibatezze entrano a far parte nel periodo Natalizio i ”panzarotti’ detti anche ”cauzunciedd ” ripieni di purea di castagne e, una minima quantità di ceci . Nelle famiglie è consuetudine abbondare, se ne preparano diversi chili, per soddisfare richieste di amici e parenti.  Alcuni ingredienti essenziali che non devono mancare, per un buon ripieno occorrono: castagne, ceci,  un pizzico di pepe, corteccia di arance e limone, cioccolato, cacao amaro ,cannella, liquore strega, caffè.  Una vera bomba calorica…… (e che ti fà…    fac ..”friddd”)

13 Dicembre S.Lucia

La ”Cucc’ia” Piatto tipico  Padulese, viene preparato per tradizione il 13 Dicembre in occasione della  Festa di Santa Lucia. Ingredienti essenziali, una varietà di  13 legumi diversi. Foto di: Luciano Petrizzo.

Cucci’a-Piatto tradizionale, del 13 Dicembre in occasione della festa della Santa.