Padula in Fotografia
02 Parco del Cosilinum

Audioguide

La Storia

PARCO ARCHEOLOGICO DI COSILINUM

Territorio ricco di storia, tradizione, fede, cultura e natura,¬† il Vallo di Diano ha permesso a tutte le civilt√† che in ogni¬† tempo vi hanno dimorato, di vivere con la consapevolezza¬† di trovarsi in un‚Äôarea rigogliosa ed unica nel suo genere.¬† Sulle colline prossime a Padula sono state rinvenute testimonianze lontanissime, risalenti alla fine del Neolitico¬† (cosiddetta Cultura del Gaudo) con una continuit√† di vita¬† documentata fino all‚Äôarrivo dei Greci. Verso il XII sec. a.C.,¬† nella Valle dell‚ÄôAgri (in Basilicata), compare l‚Äôinsediamento¬† di Paterno e non sembra improbabile che esso fosse in relazione con la vicina Cosilinum. Infatti i fiorenti commerci di¬† Siri ed Eraclea, che confluivano proprio nella Valle dell‚ÄôAgri,¬† avevano nel Vallo di Diano il naturale luogo d‚Äôincontro con¬† quelli delle popolazioni provenienti dal versante tirrenico¬† (attraverso la valle del Bussento, alla cui foce era lo scalo¬† commerciale di Pixunte, oggi Policastro). Il Vallo era cio√® un¬† floridissimo mercato interno della Magna Grecia, dove la¬† cultura italica enotrio-ausonica progressivamente si ‚Äúelle¬† nizza‚ÄĚ a contatto con i coloni greci della costa (achei sullo¬† Ionio, ionico-calcidesi sul Tirreno). In tale contesto, a parti¬† re dal VII-VI sec. a.C., sull‚Äôarea ora denominata Civita ‚Äď tra i¬† colli Cornito e S. Sepolcro ‚Äď si costitu√¨ ed afferm√≤ Cosilinum,¬† insediamento prima lucano e poi romano, menzionato dagli¬† storici antichi. La citt√† divenne Municipio Romano nell‚Äôan¬† no 89 a.C. e fu fiorente per molti secoli, risultando abitata¬† fino al IX d.C., quando venne definitivamente abbandonata¬† in seguito alle invasioni saracene ed arabe. Sono ancora¬† visibili i resti di alcune abitazioni, le fortificazioni in opus¬† poligonale dell‚Äôarea sacra e la cosiddetta Torre Sillana nella¬† parte alta dell‚Äôacropoli. Ai piedi dell‚Äôabitato, tra le localit√† S.¬† Biagio e Vascella, erano ubicati diversi edifici pubblici e¬† sacri (teatro, tempio, ville suburbane) a testimoniare l‚Äôesistenza di numerosi insediamenti minori o pagi, tra i quali¬† c‚Äôera pure Marcellianum (oggi S. Giovanni in Fonte).¬† Numerose anche le necropoli, attestate nelle localit√† S.¬† Francesco, Pantanello, Valle Pupina, Sterpone e S.¬† Cristoforo. Molti dei resti monumentali di Cosilinum (rocchi di colonne, capitelli, sarcofagi, epigrafi, steli, statue,¬† monete, vasi, mosaici) sono stati collocati nel Museo¬† Archeologico della Lucania Occidentale in Certosa.¬† Diventata oggi Parco Archeologico, con punto d‚Äôaccoglienza¬† e didascalie lungo i sentieri, l‚Äôarea di Cosilinum sta attraversando un periodo di completa riqualificazione.
Fonte novacivitas
Submit your review
1
2
3
4
5
Submit
     
Cancel

Create your own review

Padula in Fotografia
Average rating:  
 0 reviews
Skip to content